Alberto Siccardi

Alberto Siccardi

Imprenditore di successo

Medacta, il gruppo industriale, con sede a San Pietro, attivo principalmente nel settore della produzione della vendita di prodotti medicali è da poco entrato a far parte del SIX Swiss Exchange. Buona parte di merito per questo importante successo va senza ombra di dubbio agli imprenditori e alle persone che da anni, quotidianamente hanno dedicato molta passione all’impresa. È noto che in un mercato dinamico e sempre più competitivo, un imprenditore deve avere una visione di lungo periodo e promuovere il cambiamento. Ma qual è il modo migliore per raggiungere il successo a lungo termine? Ne abbiamo parlato con Alberto Siccardi, storico CEO del gruppo Medacta, che da poco più di un anno ha lasciato le redini al figlio Francesco, coadiuvato da Alessandro e Maria Luisa.

  • Quali crede siano gli elementi chiave per avviare e gestire un business di successo?

Risposta: La scelta del settore, la decisione su come entrarci, molta fortuna e disponibilità al rischio e alla fatica.

  • Personalmente, cosa l’ha portata al successo?

Risposta: La disponibilità al rischio e alla fatica, la fortuna e il settore medicale, in continua espansione e sensibile all’innovazione.

  • A così tanti anni dall’inizio della sua attività, voltandosi indietro, ripercorrerebbe la stessa strada?

Risposta: Sì, assolutamente.

  • Qual è l’aspetto da lei preferito dell’essere un imprenditore?

Risposta: L’indipendenza e la possibilità di essere flessibili nelle decisioni. Ecco perché rifiuto ogni ingerenza dall’esterno, a meno che non sia richiesta e quindi utile.

  • Possiamo definire l’entrata in borsa del 4 aprile u.s., una sorta di premio per tutti i suoi sacrifici?

Risposta: Sì, certamente, anche per i criteri di valutazione delle nostre azioni.

  • Il cambiamento e lo sviluppo sono parte integrante della vita di un’impresa. Le società vengono fondate e i loro creatori le fanno prosperare per poi prepararsi alla loro successione, proprio come è successo con il Gruppo Medacta. Il “passaggio di consegne” non dev’essere stato semplice……

Risposta: Il passaggio di consegne è stato più semplice che in molte altre aziende familiari, anche perché frutto di esperienze familiari simili e quindi preparato da tempo.

 

  • Quali sono i principali consigli che darebbe agli studenti universitari che vogliono diventare imprenditori?

Risposta: Sono convinto che sia un errore decidere di diventare imprenditori senza avere già una strada davanti, conoscenze di un settore o consulenti di un settore. Non partirei in una avventura imprenditoriale senza:

  1. Avere almeno il doppio delle finanze necessarie per partire dopo aver fatto un Business Plan molto prudente.
  2. Conoscere a fondo il settore tramite le consulenze di esperti fidati.
  3. A seconda dei settori tecnologici avere dei tecnici specializzati, possibilmente cointeressati.
  4. Essere in buona salute e fare molto sport durante l’attività, che di per sé richiede molta resistenza psico-fisica.

 

 

 

LinkedIn
Share