Mauro Minotti

Mauro Minotti

Capo del Dipartimento Finanze, economia e sport della Città di Bellinzona

Mauro Minotti, capo del Dicastero Finanze, economia e sport della città di Bellinzona. Se si parla di economia, si pensa al Servizio di promozione economica della Città. Di cosa si occupa?

Il Servizio promozione economica vuole contribuire a realizzare le giuste condizioni quadro per lo sviluppo socio-economico della nuova Bellinzona. Il principale settore d’intervento è quello turistico e commerciale, dove si collabora con partner come l’Organizzazione turistica regionale Bellinzonese e Alto Ticino, l’Ente Regionale di Sviluppo Bellinzonese e Valli e le organizzazioni di categoria.

Come avviene concretamente l’attività del servizio e in quali ambiti?

La Città agisce da tempo in tre ambiti: la promozione dell’immagine, tramite contatti con i media, viaggi stampa, ecc., cui si aggiunge l’attività sui social da parte del Servizio Comunicazione, per far conoscere sempre più Bellinzona come meta turistica. C’è poi la creazione di “prodotto”, attraverso eventi, percorsi culturali, accoglienza turistica, offerta museale, ecc. Il terzo ambito consiste nella creazione di reti di collaborazione con gli operatori e le associazioni di categoria locali e con altre realtà cittadine cantonali.

Ci può raccontare qualche progetto concreto realizzato o da realizzare?

Per quanto riguarda Bellinzona quale destinazione turistica, posso citare la segnaletica turistico-culturale nel Centro storico e la relativa audioguida multilingua per smartphone. In arrivo poi nel 2021 vi è pure l’importante creazione di un Infoshop e Visitor Center in Piazza Collegiata, per la presentazione innovativa dell’offerta turistica e di prodotti locali. Dovrebbe poi partire a breve la progettazione definitiva per la Valorizzazione della Fortezza di Bellinzona (i 3 Castelli e le murate), il cui scopo è di posizionare a medio termine Bellinzona tra le 10 principali attrazioni turistiche svizzere.

A proposito di lockdown e pandemia, l’inverno che si avvicina per il commercio e la ristorazione rischia di essere un periodo molto difficile?

Si tratta di ridurre al massimo il contraccolpo di una situazione chiaramente non facile. Ci sono fortunatamente commerci locali che registrano buone cifre, anche a causa dell’impossibilità per i consumatori di spostarsi fuori confine. La ristorazione e albergheria, ma anche altri settori sono però in chiara sofferenza. La Città, oltre alle misure decise in primavera, si è mossa ora per creare un contesto festivo che invogli al consumo locale: migliori illuminazioni natalizie, animazione musicale, concorso per la migliore vetrina, arredo urbano in collaborazione con le Società Commercianti, proiezioni cinematografiche natalizie mattutine per le famiglie e viaggi gratuiti sul Trenino Artù al mercoledì e al sabato pomeriggio di dicembre. Presso l’autosilo Cervia saranno inoltre offerte due giornate di parcheggio gratuito durante le aperture speciali dei negozi a dicembre e medesima opportunità sarà offerta per altri due giorni presso Piazza del Sole.

L’auspicio è che la nostra popolazione possa essere solidale con il commercio locale, senza il quale la nostra Città non potrebbe esistere: ognuno di noi può contribuire a rendere più forte il nostro territorio.

 

Il contributo è apparso nella rivista nr. 13 – zona 9 – Bellinzona – pubblicazione dicembre 2020

 

 

Facebook
LinkedIn